Ecco le startup finaliste della Call for Pioneering Ideas

Nata dalla collaborazione tra Fondazione Carisbo, Nesta Italia e dPixel, la Call for Pioneering Ideas mira ad incentivare il settore dell’innovazione sociale in Italia, creando una comunità di innovatori che operino sul territorio applicando tecnologie digitali per lo sviluppo di nuove soluzioni alle sfide del nostro tempo e per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).

La Call for Pioneering Ideas è stata aperta a startup, piccole e medie imprese e team in procinto di costituzione di impresa (e.g., spin-off di centri di ricerca/università; startup in fase di lancio) attivi sul territorio italiano e in particolare nell’area metropolitana di Bologna.

L’obiettivo del progetto è scoprire, connettere e sostenere startup e piccole imprese che utilizzino soluzioni tecnologiche ad impatto sociale in quattro settori di interesse: lavoro, salute, sostenibilità ambientale, educazione.

Dieci startup ammesse al Bootcamp 

Alla call hanno risposto startup e piccole imprese da tutta Italia, ecco chi sono le finaliste selezionate dalla giuria: Human Libreria (Roma e Bologna); Snello (Bologna); RS: Rieducatore Sportivo Italia -Dragonfly – (Bologna); Nubentech (Abruzzo); Risearth; FisioDesk (Bologna); MARTE (Vicenza); iThanks; eSteps (Bologna); Energhera (Bologna). 

Le startup avranno accesso ad un percorso di accelerazione, nel mese di maggio, partecipando ad un Bootcamp di cinque giorni a Bologna negli spazi di BIG – Boost Innovation Garage.

Successivamente, saranno selezionate solo tre startup vincitrici: la prima classificata si aggiudicherà un premio di 2.000 euro e 2 desk per 3 mesi presso BIG, mentre la seconda e terza classificata si aggiudicheranno 2 desk gratuiti per 3 mesi.

Per restare aggiornati sul progetto, continuate a seguire Nesta Italia sui social media e iscrivetevi alla newsletter!