Il potenziale dell’Intelligenza Collettiva

8 marzo, 2018

L’intelligenza collettiva è un’intelligenza distribuita, continuamente valorizzata, coordinata in tempo reale, che porta a una mobilitazione effettiva delle competenze. Questa modalità di collaborazione, abilitata dalle tecnologie digitali, permette a milioni di persone di condividere la propria conoscenza per raggiungere obiettivi che da soli non sarebbero riusciti a realizzare. Oltre a favorire l’interazione e la condivisione di competenze tra perfetti sconosciuti, la mobilitazione di conoscenza ha permesso a società e organizzazioni di pensare più in grande e impegnarsi in progetti di larga scala. L’esempio più conosciuto di intelligenza collettiva è Wikipedia, dove milioni di volontari mettono in condivisione il loro sapere a beneficio della comunità.

Tuttavia affinchè questo meccanismo funzioni al meglio, professioni, istituzioni e l’approccio alla condivisione, al modo di interagire e lavorare, necessitano di essere ripensate completamente. Vi è inoltre il rischio che la condivisione di informazioni parziali o non veritiere, come ad esempio le fake news, o il fallimento di alcuni progetti nell’ambito dell’Intelligenza Collettiva, ne impediscano una piena diffusione. Noi crediamo che l’intelligenza collettiva, coniugando conoscenza delle persone con strumenti digitali, abbia il potenziale di risolvere alcune delle più grandi sfide del nostro tempo.

Geoff Mulgan, CEO di Nesta – National Endowment for Science, Technology and the Arts, crede fortemente in un futuro dove questa “mente più grande” guiderà le aziende, i governi, le università e le società a sfruttare al meglio il cervello umano e le tecnologie digitali.

Il 26 marzo presso gli spazi di Rinascimenti Sociali, Geoff ci parlerà di come poter utilizzare l’intelligenza collettiva per avere un impatto reale sulla società in cui viviamo, spiegandoci come recenti esperimenti riescano attraverso le tecnologie digitali a mobilitare milioni di persone per risolvere problemi attuali come Google Maps.  

Durante l’evento Geoff introdurrà il suo nuovo libro “Big Mind: How Collective Intelligence Can Change Our World”, pubblicato da Princeton University Press, che illustra come l’intelligenza collettiva possa contribuire a migliorare la società in cui viviamo

L’ingresso all’evento è gratuito fino ad esaurimento posti, se desideri partecipare clicca qui per registrare il tuo interesse.

Geoff Mulgan è il CEO di Nesta, National Endowment for Science, Technology and the Arts del Regno Unito, e senior visiting scholar presso l’Ash Center dell’Università di Harvard. È stato il fondatore del gruppo di esperti Demos e direttore dell’Unità strategica del Governo e responsabile delle politiche dell’Ufficio di Gabinetto del Primo Ministro. I suoi libri comprendono The Locust and the Bee (Princeton) e Good and Bad Power (Penguin).