NGI Forward

NGI Forward è il braccio strategico e di supporto alle politiche promosse dall’iniziativa di punta Next Generation Internet (NGI) della Commissione Europea, che mira a costruire entro il 2030 una Internet più democratica, inclusiva, resiliente, sostenibile e affidabile. Una Internet che rispetti i valori fondamentali della privacy, partecipazione e diversità a beneficio della società. Il progetto è iniziato a gennaio 2019 e terminerà a dicembre 2021.

Contesto

Internet è stata creata sui valori fondamentali della libertà, apertura e decentralizzazione.

A distanza di oltre 30 anni, viviamo in un mondo dove Internet è diventata necessaria e onnipresente nelle nostre vite, come individui e società, ma in cui questi valori fondamentali sono stati traditi.

Oggi assistiamo a due modelli di Internet, che seppur diametralmente opposti, disattendono i criteri e le aspettative dei pionieri.

Da una parte c’è il modello dominato dalle leggi del mercato, che vede una serie limitata di grandi aziende controllare il tessuto stesso di Internet, dalla sua infrastruttura ai dati degli utenti e, soprattutto, la loro attenzione. Ciò gli attribuisce il potere di stabilire ciò che le persone vedono, leggono e comprano, influenzando le loro opinioni, il loro orientamento politico, perfino la loro personalità. 

Dall’altra, c’è il modello dominato dalle leggi governative, che vede le autorità istituzionali stabilire ciò che gli utenti possono o meno vedere, fare, pensare, essere, negando qualsiasi possibilità di libertà, apertura e decentralizzazione. 

Vision

Siamo convinti che le cose non debbano essere in questo modo. 

Crediamo che una Internet in cui sono le persone ad avere il controllo sia possibile. Una internet aperta, inclusiva e democratica, che rispetta e protegge le persone, tutela il loro diritto alla privacy e i loro dati.

Il progetto NGI definisce le modalità attraverso cui creare questa Next Generation Internet, mettendo in dialogo policymaker e cittadini affinché possano collaborare alla definizione di soluzioni alle principali sfide legate al digitale.

Riteniamo che l’Europa abbia l’opportunità di implementare dei solidi interventi normativi, sia sotto forma di regolamento mirato ad affrontare i problemi chiave, sia di una politica di innovazione lungimirante; promuovendo lo sviluppo di soluzioni per l’interesse collettivo, facendo leva sul suo ruolo di leader globale e la forza del suo mercato unico. 

Fasi del progetto

Per definire la strategia e le policy dell’Internet di prossima generazione, il progetto NGI è strutturato in 5 fasi:

  1. Mappatura delle sfide. Identificazione dei problemi maggiori affrontati dalla società in relazione all’assetto attuale di Internet e delle altre tecnologie.
  2. Mappatura dell’ecosistema. Identificazione delle principali tecnologie per sostenere l’Internet di prossima generazione, creare connessioni tra gli attori e le iniziative esistenti.
  3. Definizione degli obiettivi. Definizione degli obiettivi chiave che guideranno lo sviluppo di una internet più umano-centrica, informando le decisioni in materia normativa e tecnologica.
  4. Visione condivisa della Internet del Futuro. Definire una visione condivisa a livello Europeo per l’Internet del futuro, stabilendo un quadro teorico di riferimento per concretizzarla.
  5. Pianificazione strategica. Definire una serie di piani operativi concreti e solide raccomandazioni normative per raggiungere la configurazione stabilita per la internet di prossima generazione.

Strumenti

NGI Forward utilizza una serie di metodi e strumenti; due in particolare hanno una speciale importanza nel contesto del progetto:

  • Intelligenza Collettiva.
    – Stiamo formando una comunità online aperta, vibrante e coinvolgente per i principali pensatori, innovatori, politici e il pubblico in generale, affinché possano condividere le loro opinioni e co-creare soluzioni per  il tipo di Internet del futuro che vorrebbero vedere. Dai un’occhiata alla NGI Forward Exchange Platform, trovi il link nella sezione “Risorse” in fondo a questa pagina.
    – Attraverso il dialogo e il confronto con le nostre comunità di riferimento, attraverso eventi dal vivo e virtuali, ampliamo il bacino di punti di vista coinvolti e gli diamo l’opportunità di intervenire sulla direzione e gli obiettivi dell’iniziativa NGI. Gli approfondimenti che ne ricaviamo informano direttamente la visione della NGI che stiamo definendo.
  • Analisi dei dati.
    – Lo spazio di Internet è vasto, complesso e in rapida evoluzione. Per dare un senso a questo ambiente in costante cambiamento e concentrarsi solo su quegli argomenti e aree che probabilmente giocheranno un ruolo chiave nel plasmare la futura Internet, dobbiamo mappare e valutare continuamente gli sviluppi più recenti.
    – Per fare ciò, utilizziamo la raccolta automatizzata di dati da una varietà di fonti testuali multilingue attraverso diverse comunità di parti interessate e sfruttiamo metodologie di data science all’avanguardia per analizzarle. Le fonti di dati includono media tecnologici, documenti accademici, social media, progetti open source e informazioni sugli eventi.
    – I set di codici e dati creati sono condivisi come toolkit open source per la riproducibilità.

Partners

  • Nesta nel Regno Unito si occupa di definire la visione del progetto e l’agenda normativa. Supervisiona lo svolgimento dell’intero progetto. 
  • DELab  presso l’Università di Varsavia in Polonia lavora sulla mappatura di trend emergenti e dinamiche nello spazio virtuale, utilizzando metodologie di Data Science all’avanguardia.
  • Aarhus University in Danimarca utilizza i dati dei social media per analizzare le conversazioni su alcuni trend di Internet, supportando l’identificazione delle questioni più importanti.
  • Edgeryders (residenza online estone diffusa a livello Europeo) incoraggia il confronto tra stakeholder attraverso la piattaforma di scambio, adottando un approccio basato sull’Intelligenza Collettiva.
  • The City of Amsterdam nei Paesi Bassi si occupa di coinvolgere le città europee in tavole rotonde sul tema della policy NGI e ospiterà il primo grande NGI Policy Summit.
  • Nesta Italia entra in contatto con policymaker, pensatori, innovatori e il pubblico italiano; coordinerà il secondo NGI Policy Summit.
  • Rob van Kranenburg aiuta a riunire l’ecosistema NGI attraverso eventi attraverso l’Europa.